Powered by Blogger.

Lo smartphone ai nonny: consigli base

Nell'era della tecnologia, ci siamo talmente abituati a vivere in simbiosi con essa che abbiamo dimenticato che non tutti riescono a stare al passo con lei. Vuoi l'età, vuoi la facilità a rimanere fermi sulle stesse cose, abbiamo messo in un angolo delle persone che sono tuttavia una grande fonte di storia: i nonni.
Allo stesso tempo la voglia per le mamme, per i nipoti di condividere sempre la nostra quotidianità ha spinto anche persone di una certa età a voler entrare nel magico mondo dei social network, per non perdersi neanche un attimo della vita dei propri familiari. Alcuni devo dire si sono notevolmente impegnati, non dimenticheró mai un signore di 70 anni che mi disse "Signorina, mia madre 95enne è in ospedale, aspetto l'eredità e mi prendo l'iPad", altri purtroppo sono rimasti ancorati al 1950 e ai gettoni.

La colpa a mio parere è un po' nostra, che abbiamo la presunzione di imporre la tecnologia a chi ha più difficoltà mnemoniche e al fatto che non ci stiamo più a spendere 90centesimi per mandare un MMS.
Questo vuole essere un post per il sociale, una guida a voi che non avete molta voglia di spiegare come usare lo smartphone che avete peró voluto regalare al nonno, perchè insomma "Nonno finalmente ti sei fatto lo smartphone, ma guarda ora non posso spiegarti come funziona, esco con gli amici ciao!",quindi vi basterà fargli leggere questo post, e a voi nonny per dimostrare che non siete rimasti indietro come vogliono farvi credere!

- non esistono più i libretti delle istruzioni: cara classe 1940, ho una brutta brutta brutta notizia da darvi, hanno eliminato le istruzioni per capire come funzionano i telefonini. Non lo so perchè, anche secondo me è un po' una cazzata, vi svelo peró un piccolo segreto, SMANETTATE QUEL TELEFONO. Non abbiate paura di sbagliare, non vi esploderà in mano se farete "cancella" al posto di "esci" andate a tentoni. Iniziate prima a capire come fare una chiamata, poi a inserire i numeri in rubrica, come inviare un messaggio, un problema alla volta.

- spegnete e riaccendete: capita a volte che i telefoni si blocchino, non va internet, non riuscite a telefonare, la cosa importante è non andare nel panico, non correte al primo centro assistenza lamentandovi che il telefono nuovo si è già rotto. Il paragone che faccio sempre è quello del sonno; come noi abbiamo la necessità di dormire e staccare la spina lo stesso vale per i computer o i telefoni. Non sono infallibili, niente lo è...provate quindi a spegnerlo e riaccenderlo, garantisco che 7 volte su 10 torna tutto a funzionare.

- togliete la batteria: se non ci sono le istruzioni è anche vero che rimane nella scatola un foglietto che spiega almeno l'inserimento della sim e della batteria, su quasi tutti i dispositivi...qual'ora si bloccasse il telefono e avendo effettuato tutte le prove di spegnimento e accensione come spiegato sopra provate anche a togliere la batteria e poi a rimetterla.

- verificate di aver messo la sim in modo corretto: puó sembrare un'incredibile sciocchezza, ma non date mai nulla per scontato, le sim possono entrare nel vostro telefono ma non è detto che lo abbiate fatto nel modo giusto, in ogni telefono c'è un minidisegno inciso che vi fa vedere da quale parte inserire la sim.

- Whatsapp si rinnova con una postepay NON FACENDO LA RICARICA: finalmente i vostri figli o nipoti vi hanno installato whatsapp, state ricevendo foto del vostro nipotino che fa il bagnetto, che ha vomitato l'anima, che mangia la sua prima pappetta quando...vi si chiede di rinnovare whatsapp.
AIUTO! AL FUOCO! PRONTO SOCCORSO!
Niente panico. Whatsapp è un servizio che dopo un anno richiede un pagamento di 0,89 cent, potete tuttavia scegliere il pacchetto dei 5 anni così da non pensarci più, ma...come fare? Purtroppo non basta andare dal vostro operatore, dovete farlo da soli, vi basterà avere a portata di mano una carta postepay, o una carta di credito, inserirne i dati e potrete tornare ad utilizzare l'applicazione come prima!

- se un app non va cancellatela e riscaricatela: ogni tanto vedo degli anziani andare in paranoia perchè non riescono più ad entrare su Facebook, tralascio il fatto che non ci dovreste manco pensare ad iscrivervi oltre gli anta, non tutto quello che leggete è vero! Un giorno vi racconteró anche di Lercio...comunque, ipotizziamo che Facebook o Whatsapp o Twitter si blocchino...vi basterà cancellare L'applicazione dal telefono, tornare poi sull'app store/playstore e riscaricarla da capo! Tornerà tutto a funzionare tranquilli.

- rompete le palle ai parenti che vi aiutino: allora i vostri parenti hanno voluto regalarvi sto marchingegno satanico, voi manco lo volevate, stavate così bene coi tastini...quindi vista la vostra età, o la semplice difficoltà a maneggiare la tecnologia, avete il sacrosanto diritto di chiedere informazioni, di pretendere che vi si dedichino quei 10 minuti per spiegarvi la funzionalità di qualcosa che non capite!

- applicatevi: se vi sostengo a spada tratta sul fatto di farvi aiutare, dall'altro vi dovete anche un attimo interessare al vostro telefono, lasciate stare l'ultimo episodio di Forum e tentate di studiare il vostro telefono, questo vi aiuterà a non vederlo come un nemico ma come il mezzo più importante che avete per poter stare a contatto coi vostri cari!

- scrivetevi le password e gli ID: un 80% dei casi che arrivano in negozio non conosce la propria password e il suo ID, semplicemente perchè i vostri parenti (per far prima) hanno fatto tutto loro...per evitare che siano loro i primi a dimenticarsi di quello che hanno fatto, scrivetevi su un'agenda o un libricino le vostre password, saranno essenziali se avete voglia di scaricarvi da soli l'app Burraco o Solitario!

0 commenti:

Posta un commento