Powered by Blogger.

Get the vegetarian look

Tra le novità più interessanti che mi sono capitate in questi 4 mesi di assenza, c’è stato sicuramente il mio cambio di alimentazione, perché…ho deciso…ebbene si… di FARMI VEGETARIANA.
Ma quale shatush, ma quale smalto bianco per l’estate 2014 , il nuovo trend è diventare vegetariani.



C’è una piccola premessa da fare: io per anni ho mangiato carne, senza nessunissimo problema, chissenefregava degli animalisti, degli agnelli squartati a Pasqua…anzi, ero pure contro tutto questo voler romperci i maroni,  su noi carnivori che siamo degli assassini.
Complice la noia, l’essere senza lavoro, il lasciarmi un po’ andare al solito col cibo, buttarmi sul divano e lasciarmi morire sotto panini di mortazza…ho valutato l’idea di fare una riduzione della carne.
Ma chi lo vuole il petto di pollo alla griglia?
Ma che cosa l’hamburger di tacchino con le carotine bollite?
Io ero una da grigliata mista, da würstel mit pommes frittes, da costicine con la polenta, da piadine con 5 fette di prosciutto crudo di Parma.
Tutte cose VIETATE dal mio dietologo che, ai tempi, mi disse “saluta gli insaccati con la manina per non rivederli mai più
Quindi prima ho iniziato a eliminare quelli, poi mi son detta di provare a eliminare anche il resto e TAC.

Una cosa che mi differenzia ancora dai veri vegetariani è il non aver eliminato il pesce. Si lo so, se sei coerente elimini tutti, ma raga…30 anni di vita a mangiare tutto…datemi un attimo! I vari branzini, platessine le posso tralasciare senza problemi, ma c’è una cosa per cui io vivo…IL GAMBERETTO.
Io lo amo, lo venero…nel mio palato.
Quando inizierà a dispiacermi pure della famiglia Gamberetto con padre, madre, due figli uccisi in modo brutale e finiti nel mio bellissimo piatto con foglia di lattuga e salsa rosa, allora e solo allora diventerò una vegetariana verah.

Ora, vorrei spendere due parole sui vegetariani PESANTI.
C’è questa categoria che si proclama paladina degli animali vivi, non sfruttati, da lasciare liberi a pascolare, con annesse immagini e video di come vengano trattati gli animali nelle varie stalle etc. tu che mangi carne sei un assassino, tu che mangi carne sei complice di questo scempio, VERGOGNA, VERGOGNA VERGOGNA. 
Non c’è bisogno di andare sulla homepage di Facebook per vedere come vengono uccisi i polli! Giusto stamattina mia suocera ne ha fatti fuori due, ed entrando nella cantina erano là appesi in bella vista a testa mozzata spennati a dovere.
Certo c’è una considerevole differenza tra gli animali allevati in campagna a casa propria e quelli nelle gabbie che si ingrossano a suon di scariche elettriche, ma francamente è una cosa che già sappiamo…e francamente
MA STICAZZI.

Ma cioè, non avete riso come delle pazze quando hanno iniziato a girare queste?
IO SI.

Se uno vuole mangiare carne MANGIA CARNE.
Se uno vuole diventare VEGETARIANO non deve rompere i maroni a chi continua a mangiare carne. 
Questo non è sensibilizzare la gente, questo è fare come i testimoni di Geova.
A suon di pubblicare, parlare, postare cose di vario tipo sullo sfruttamento degli animali si ottiene il risultato inverso. Che sei pesante come la morte e smetto di leggerti o di ascoltarti.
L’informazione è giusta se ben dosata.
Quando ho fatto questo tipo di scelta 5 mesi fa mi sono ripromessa che mai lo avrei fatto pesare in famiglia o con gli amici, perché ritengo sia una scelta personale che uno debba fare da adulto, senza alcun tipo di pressione.
Sono stati i miei amici invece a preoccuparsi per me “eh ma dove andiamo a cena? Adesso Rubina non mangia carne! Là non si può andare…”ma la verità è che in qualsiasi posto tu vada la trovi qualcosa, e se ci sono solo verdurine cotte, te magni quelle; perché l'importante è la compagnia e poi è tutta salute!







9 commenti:

  1. Ma senti senti e come sta andando? Perchè anche io qualche anno fa avevo provato, ma alla prima visione di tartare di fassona battuta la coltello ho ceduto inesorabilmente e ho capito che non fa per me.
    Quanto a quelli che pubblicano quelle robe la.... li manderei loro al mattatoio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sto scrivendo un altro post in merito...comunque boh, diciamo che mi sono fatta un po' di forza interiore all'inizio, probabilmente mi aiuta anche il fatto che non ho rinunciato al pesce quindi mi sento un po' più libera...

      Elimina
  2. anche io adoro i gamberetti ma mi si sono rivoltati contro...e se ne abuso mi prudo ovunque :( la frase più carina dei vegani invasati che ho letto "se mangi vitello mangi tuo figlio" @_@ ma anche no...
    Barbara

    RispondiElimina
  3. Brava! abbiamo lo stesso pensiero.Io è dal 1 gennaio che non mangio piu carne (ho sgarrato solo 1 volta per disperazione...), e nemmeno latte e uova, quindi se non fosse che il pesce invece continuo a mangiarlo e non ho alcuna intenzione di toglierlo (per adesso almeno mi va cosi) sarei vegana. In realtà le definizioni che ti vogliono accorpare in una precisa categoria a me non piacciono. La mia scelta è nata da un insieme di cose capitate in momenti diversi. é da anni ormai che uova e latte sono off limits per me perchè ne sono cosi intollerante che mi parte l'orticaria solare. Poi a dicembre dell'anno scorso ho letto 'sto famoso The China Study che tutti vogliono far passare come la bibbia dell'epidemiologia, ma non lo è, e lo dico con cognizione di causa in quanto medico, che è da 2 anni che faccio epidemiologia vera. E insomma quel libro mi ha comunque scardinato qualcosa nella testa, ho fatto ricerche anche per conto mio, che con pubmed a disposizione di tutti è molto più facile accedere a qualsiasi info medica, e cosi voilà: eliminiamo pure la carne, soprattutto se di produzione industriale... però, dico la verità, quando quelle 2 volte l'anno torno dai miei a 1200 km di distanza, io il coniglietto in agrodolce allevato da mio papà me lo mangio, e me lo gusto pure; le uova del culo delle galline dei miei me li mangio e SORPRESA non mi fanno niente di male. Il latte no ecco... li sto proprio male.
    E poi diciamolo: se dici vegana o vegetariana per coerenza non si dovrebbe nemmeno indossare la scarpa di pelle e via dicendo. E in tutta onesta finche non troveranno una valida alternativa di qualità alle scarpe di pelle io continuo a comprarle e indossarle.

    RispondiElimina
  4. Ma non ci hai detto la cosa più importante: tu perché hai fatto questa scelta?
    Chiedo perché so che ci sono tantissime motivazioni diverse ed è sempre curioso saperlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. proprio per un fattore etico...è partito tutto da una questione di salute, visto che gli insaccati non è che facciano proprio bene, e mi piacciono solo quelli, e poi ho iniziato a rifletterci su e al consumo eccessivo che facciamo di carne al giorno d'oggi, quindi mi sono decisa a rinunciarvi cercando di dare un piccolo contributo alla società. :)

      Elimina
  5. Che grande!Io da tanto che ci penso, e in modo lento ma naturale, ho eliminato alcuni alimenti....come cuccioli (vedi agnello, maialino...) tonno, selvaggina varia...e scelgo solo make up cruelty-free....Insomma piano piano...pole pole...
    Ma 6 dimagrita con la nuova alimentazione?
    Bacio
    Emy

    RispondiElimina
  6. Io è quasi un anno che sono vegetariana. A casa ci provo a essere vegana, ma è vero che essere vegani è ben altro, e per non rovinare una categoria di persone che credono in tante belle cose ma che sotto sotto sono un po' talebani, non lo dico a nessuno e mi professo solo vegetariana!!ma vegetariana vera, anche senza pesce!!per la vita sociale è semplice, c'é sempre la pizza che ci salva!!! :-)

    RispondiElimina