Powered by Blogger.

Apprendista Veg

A novembre, quando ho deciso di diventare vegetariana, non mi ero posta minimamente il problema dell’integrazione delle proteine mancanti della carne. Ho iniziato un po’ a documentarmi, senza troppi sbattimenti come faccio di solito e ne è uscito che DOVEVO sostituire le proteine con alimenti alternativi come:

LA SOIA: e fin qua ci siamo. Latte di soia a colazione tutti i giorni e yoghurt Valsoia alla frutta ormai sono mesi che li mangiamo da quando abbiamo eliminato in casa il latte vaccino.
I LEGUMI: fagioli, ceci, piselli e soprattutto lenticchie. Un bel mix di schifo assoluto. È effettivamente un casino quando non ti piacciono certi alimenti, ma tant’è che è anche un buon sistema per confermare il ribrezzo o conoscere e rivalutare gusti nuovi.
I CAVOLI: ma piuttosto vado ad ammazzare i polli con le mie mani e torno a mangiare carne.
FORMAGGI E LATTICINI: super-iper-megadosati. che è un attimo che il colesterolo si impenna.
LE UOVA: se non siete vegan, e io non sarò MAI vegan.
CEREALI: no, i Kellog’s Extra non valgono.
Beh insomma, qualcosa da mangiare c’è anche per noi dai.
Le uniche due cose che mi rifiuto categoricamente di acquistare al momento sono il Seitan e il Tofu; principalmente per il costo assolutamente proibitivo e poi per perché non sanno di niente, un scatola di cartone forse è più saporita.
Una delle poche volte in cui ho mangiato volentieri un hamburger di Seitan è stato in una paninoteca delle mie zone.
                                  ASSOLUTAMENTE FAVOLOSO
 Comunicarlo alla famiglia del Perfido è stata la parte più complessa. Loro sono carnivori, discendenti diretti dell’Homo Habilis. Allevano animali nel giardino di casa, li fanno pascolare liberi e poi, li fanno finire in padella con dei fantastici contorni.
Quando gliel’ho detto non ci volevano credere, hanno iniziato a dire “noo, pure tu? Ma che cazzata! Non vorrai togliere la carne pure alla Cami? E quando facciamo le alette di pollo tu cosa mangi?” sono andati completamente in panico. A volte manco mi invitano più a pranzo perché “eh ma abbiamo fatto il pasticcio col ragù che tanto tu non mangi!
Anche il Perfido non era molto convinto, quale supersportivo ritiene di dover avere un’alimentazione che comprenda tutto; poi conoscendo anche me pensava che non sarei durata 10 giorni senza un bratwürst.

E INVECE.
Sono passati 5 mesi.

La prima reazione di mia suocera al “Sono diventata vegetariana” è stata esattamente questa! :D

2 commenti:

  1. ciao! Il seitan a me piace, sta tutto nel come lo prepari. Invece il tofu, neppure fritto ha un sapore. Volevo scrivere anche io un post sugli alimenti "salutari" che però no0n mi piacciono. Tipo i falafel tu li sopporti????

    RispondiElimina
  2. lenticchie e tofu, amalgamati (spappolati!) con un uovo ed insaporiti come più ti pare. fanne delle polpettine, rigirale in un po' di pangrattato e adagiale sulla teglia dl forno leggermente oleata. in forno a 180/200° fino a quando sono dorate.
    accompagni con una bella insalata e ti integri le proteine senza paura.
    il seitan non è male. trattalo come se fosse carne: fanne hamburger unendo chiara d'uovo, prezzemolo e fiocchi di avena (+pepe, sale, prezzemolo e quello che più ti piace) oppure fallo alla pizzaiola o impanato. facci il ragù per la pasta, ecc.

    coi latticini vacci piano: oltre a sminchiarti il colesterolo, ti fanno aumentare di peso tantissimo perché pensi che tanto qualcosa devi mangiare e non ti accorgi che 30gr di parmigiano hanno un botto di calorie.

    ogni tanto mangiati un mezzo avocado, che ti aiuta con gli acidi grassi buoni.

    lo sbattimento di essere vegetariani è che devi cucinare un sacco (ed essere guardata dai non vegetariani come se fossi una pazza). anche la vita sociale ne risente un po', soprattutto se mangi spesso fuori o sei invitata a mangiare a casa di amici.

    ah, io sono vegetariana da oltre 15 anni. valori del sangue perfetti ;)

    ciao, monica

    RispondiElimina